arcoiris-onlus.it
 

 

INIZIATIVE
STATUTO 2019
News
5 per mille ad Arcoiris
Biglietti Lotteria
CONTRIBUTI PUBBLICI
Chi siamo
   Chi siamo
   Cosa facciamo
   Dove operiamo
   I nostri referenti
I progetti
   I progetti in corso
   I progetti realizzati
Se vuoi aiutarci
   Diventa socio
   Adotta a distanza
   Partecipa di persona
   Versa sul c/corrente
Biglietti di Auguri
FOTO
Links
Contattaci

Aggiungi ai preferiti




    Home > Chi siamo > I nostri referenti
 

Frei Dilson Batista Santiago
Spedite questo articolo ai Vostri amicistampa
Frei Dilson, frate cappuccino e attuale sindaco di Itamaraju, è il nostro primo referente in Brasile, colui che segue e ha la responsabilità diretta dei nostri centri di accoglienza per bambini di strada e delle nostre scuole.
Segue una nota biografica, per conoscerlo meglio:

"Dilson Batista Santiago nasce nel 1954 a Canavieiras, cittadina sulla costa atlantica del sud della Bahia brasiliana.
Dopo i primi anni di scuola in Brasile, nel 1970 entra in seminario nel Convento dei Frati Cappuccini “Sant’Efremo Vecchio” di Napoli, diventa frate e lì rimane fino al 1978 quando torna in Brasile e conclude a San Paolo gli studi di Teologia. Nel 1980 viene ordinato sacerdote a Porto Seguro.
E’ parroco di Itamaraju (1983-86), di Jucuruçu (1986-91), di Guaratinga (1991-94), nell’ultimo periodo è anche responsabile regionale dei frati cappuccini.
Nel 1987 inizia a collaborare strettamente con il Movimento dei Senza Terra (MST - Movimento dos Trabalhadores Rurais Sem Terra), di cui diventa aderente e punto di riferimento, nonché guida spirituale. Partecipa a occupazioni di terre incolte, a manifestazioni e a marce, conosce la prigione (1993) e le ferite fisiche (Salvador, 1995).
Nel 1989 inizia la sua collaborazione con gli amici di Arcoiris di Trento (che già conosce dall'inizio degli anni '80), fino a diventare il referente dell’Associazione di volontariato che in Bahia gestisce centri di formazione e di assistenza dei bambini poveri e abbandonati.
Nel 1994 è eletto deputato dello Stato di Bahia nelle file del PT, il partito di Lula presidente del Brasile. Nel ruolo di presidente della commissione “Combate a fome” denuncia il governo della Bahia di tenere nascoste grandi quantità di fagioli mentre la gente muore di fame e fa dimettere il ministro statale responsabile.
Nel 1996 si dimette da deputato statale per diventare sindaco di Itamaraju, cittadina di 60-70 mila abitanti a 60 chilometri dalla costa, sempre nelle file del PT.
Nel 2000 si candida nuovamente, ma la sua rielezione viene impedita da brogli elettorali che sono riconosciuti dai tribunali tre anni più tardi.
Dal 2000 si dedica giorno e notte alla “Crèche Arcoiris” di Itamaraju, la Casa di accoglienza che ospita una cinquantina di meninos da rua, bambini abbandonati o mandati lì dal locale Tribunale dei minori, ed è coordinatore di altri due centri scolastici e sociali di Arcoiris nelle vicine città di Jucuruçu e Guaratinga.
A fine 2003 - inizio 2004 i tribunali federali e statali riconoscono i brogli avvenuti nel 2000, riconsegnano a frei Dilson il comune allontanando il sindaco temporaneamente in carica ma egli non accetta la carica perché, per pochi mesi di mandato, perderebbe il diritto di candidarsi un’altra volta.
Cosa che fa il 3 ottobre 2004, quando viene eletto per la terza volta sindaco di Itamaraju, con il 60% dei voti. Nel 2008 è poi rieletto sindaco per la quarta volta, un compito che ricopre dividendo il tempo restante dall'impegno di Prefeito (Sindaco) tra la Casa di accoglienza Arcoiris, l'Assovale dove vivono, studiano e lavorano i ragazzi più grandi della Casa di accoglienza e le aldeias degli Indios Pataxò della Riserva del Monte Pascoal, dove trascorre molti fine settimana svolgendo il ruolo di parroco di quelle comunità indigene.
Itamaraju ha partecipato al progetto "I comuni trentini per i comuni del sud del mondo", partito da Nago-Torbole (Trento) e che ha coinvolto molti comuni del Trentino nell'aiuto al comune di Itamaraju. La sua città ha partecipato anche al progetto “100 Città” di collaborazione tra cento città europee e cento città brasiliane."
  
con i bambini


con Franca


con i Sem Terra


con Italo


con Giuseppe

 

www.arcoiris-onlus.it     

^top

 
 
 
    Arcoiris-onlus.it�2020 -- chk_sum: 0.01|ob_gz
2010